Le Escort “bodybuilder” fanno impazzire gli italiani

Il Fitness accresce ogni anno i suoi appassionati in tutta Italia. Chi per hobby, chi per lavoro, chi per tenersi semplicemente in forma: tutti presenti in palestra ad allenarsi, comprese le escort. Infatti, le sex workers sanno molto bene quanto sia importante prendersi cura del proprio corpo, il loro primo strumento di lavoro.

Da quello che emerge da una ricerca di Escort Advisor, il primo sito di recensioni adult in Europa, la tendenza degli amanti del sesso a pagamento è quella di utilizzare spesso il filtro per la ricerca legato alla corporatura delle escort recensite sul sito stesso. Tra i più ricercati quello indicato come “atletica”, che si riferisce alle professioniste dotate di un fisico sportivo e spesso anche palestrato.

Risulta essere una particolarità ricercata non poco dagli utenti del sito: ben il 17% delle ricerche su profili di escort italiane si riferisce alla corporatura atletica, il 40% a quella magra, il 31% a quella media, l’11% a quelle formose, mentre sono una nicchia quelle legate alle fisicità enormi (0,02%), alle BBW (Big Beautiful Women, 0,51%) e quelle magrissime (0,35%). Ciò sta a indicare una sorta di “feticismo” sviluppato verso il fisico palestrato o addirittura da culturista, distante dall’ideale della donna dalle forme morbide.

Come racconta Denise escort di Venezia: L’aspetto fisico è molto importante nel mio lavoro. Sono fortunata perchè devo dedicare veramente poco tempo alla cura del mio corpo. Alla sera, dopo aver bevuto l’ultimo smoothie, esco per una lunga passeggiata di un’ora con delle cavigliere con dei pesi. Non seguo una dieta precisa, ma provo a mangiare un po’ di tutto, perchè ogni alimento serve per l’organismo, faccio una buona colazione al mattino e cerco di mangiare meno alla sera. Penso che il corpo sia fondamentale in questo lavoro, perchè gli uomini non guardano molto il viso, secondo la mia esperienza. Ad esempio io non mi trucco mai, metto solo un po’ di crema idratante: anche se mi vedo molto carina in viso, il mio corpo attira tutte le attenzioni.

Dello stesso avviso anche Lea, sempre escort di Venezia: Ogni mattina faccio colazione con proteine, avena, frutta, perchè l’aspetto fisico ha un’importanza del 90% in quello che faccio. Vado minimo tre volte alla settimana in palestra, quando riesco quattro o cinque e a casa faccio anche spinning, oltre ad alcune sessioni di massaggio. Spesso i clienti mi fanno domande sulla mia alimentazione, sul mio allenamento, su come faccio a mantenere il mio fisico atletico.

Di parere contrario invece Vaioleth, escort di Trento: L’aspetto fisico è importante al 50% nel nostro lavoro. I clienti guardano molto il carattere e come li accogli. Molte donne sono bellissime, ma questo non basta. Io ho un fisico atletico, mi alleno cinque volte a settimana per due ore al giorno con un esperto, che è stato anche campione italiano di bodybuilding. Seguo una dieta drastica: tutto pesato, niente alcolici, nessun cibo spazzatura. La scelta di curare così tanto il mio corpo è nata dal fatto che sono di origine sudamericana, quindi per costituzione ho un sedere sporgente. Non sarei armonica se non avessi un fisico tonico: risulterebbe un difetto per nulla bello e piacevole per molti uomini. Infatti, la parte di me che piace di più è proprio il fondoschiena, che risulta tonico e non sporgente. La nota negativa è che spesso i clienti mi chiedono se io sia un trans, disorientati dalla mia forma fisica, spesso non capiscono se sono un uomo o una donna e me lo chiedono dando origine anche a situazioni divertenti.

Il fisico è una questione molto seria per Susanna Outcall di Bergamo, personal trainer di prima mansione ed ex campionessa di bodybuilding: L’aspetto fisico conta tantissimo. Da quando ho iniziato a pubblicizzarmi come escort ho avuto molto successo, forse perchè era una novità il vedere un fisico di questo tipo in una donna, ma è una fisicità che piace. E’ un valore aggiunto essere così e lo pensano anche i clienti. Mi alleno dalle due alle tre ore per cinque giorni a settimana, in più seguo una dieta e un’integrazione sportiva che costa molto. Tutto ciò è un investimento che io faccio su di me, sia in termini di sacrificio, sia in termini economici. Ho iniziato a fare sport quando ero una ragazzina, gareggiavo: da prima ho iniziato con l’atletica, poi sono passata al bodybuilding, perchè la mia passione è quella di avere un certo tipo di fisico che si può ottenere solo con questa disciplina. Fino a due anni fa ero un’agonista, adesso ho smesso perchè non mi piace molto la forma da gara perchè troppo estrema e ti porta anche a sciuparti in viso. Agli uomini questo fisico piace perchè comunque è un po’ andare con una statua. E’ tutto sodo, non sono la classica donna con la cellulite o comunque con le forme morbide. Tanti che hanno le manie di perfezione in questo senso puntano a un certo tipo di fisico che è questo. Alcuni invece sembrano che abbiano paura di non essere all’altezza perchè non in forma. La mia forma fisica poi è la giusta via di mezzo, molto difficile da mantenere: atletico, ma femminile nello stesso tempo. E’ all’ordine del giorno che mi chiedano se io sia una trans, e se lo fossi probabilmente lavorerei di più: mi dicono spesso che sono troppo bella per essere una donna.