Finte fidanzate, regali di Natale, viaggi per il Veglione: quello che non sai sul sesso a pagamento nelle Feste

Natale con i tuoi, Capodanno con la escort. Non è un gioco di parole ma una tendenza rilevata da Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa.

Sembra proprio che nulla stimoli la voglia di passare del tempo con una escort come le feste comandate. Lo testimonia un dato rilevato lo scorso anno: il picco di massimo afflusso di utenti sul sito si è registrato il 27 dicembre 2018, oltre il 49% in più rispetto al giorno di Natale. Pensando a uomini ed escort l’immaginazione va subito a fantasmagoriche evoluzioni tra le lenzuola. Sotto le feste però accade che a volte gli incontri diventino solo platonici. Non è spirito natalizio, ma specifiche esigenze del momento, che portano gli uomini a chiedere alle professioniste del sesso prestazioni “alternative”.

Leggi tutto “Finte fidanzate, regali di Natale, viaggi per il Veglione: quello che non sai sul sesso a pagamento nelle Feste”

Arriva il Black Friday: tutto in offerta, tranne il sesso a pagamento

Black Friday: l’inizio di un periodo di offerte su ogni categoria di prodotto, con l’eccezione del sesso a pagamento. L’anno scorso, molti clienti delle sex workers hanno in effetti preferito lo shopping all’happy ending in compagnia delle professioniste del sesso. Lo testimoniano i dati di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa.

Il sito (uno dei 50 più visitati in Italia in assoluto) ha registrato un calo del 3% del traffico nel fine settimana del Black Friday, uno dei rari casi, per un settore che ha un interesse costante durante l’anno da parte degli utenti di internet. In compenso la Cyber Week (forse perché limitata alle vendite online) ha influito in positivo, portando un aumento medio giornaliero dell’11% rispetto al traffico del resto del mese.

Le professioniste del sesso invece non concedono sconti.

Leggi tutto “Arriva il Black Friday: tutto in offerta, tranne il sesso a pagamento”

In espansione: donne etero che cercano escort

La nostra società cambia e vede la figura della donna sempre più emancipata e indipendente. Un nuovo segnale di questo fenomeno viene dall’approccio delle donne alla trasgressione ed alla sessualità, in particolare dalla crescita di donne che cercano il sesso a pagamento.

Lo evidenzia l’ultima ricerca di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa: non solo uomini navigano sul sito (il 53° più visitato in Italia), ma anche una percentuale in crescita di donne, nel 2019 pari all’11% del totale. Se da inizio anno sono stati 16.246.423 gli utenti unici del sito, ben 1.787.106 di questi sono donne.

Ancora più evidente il dato se paragonato al 2018, quando la percentuale di utenti donne era stata solo del 6%, una crescita quindi dell’83% in pochi mesi. Le donne inoltre passano anche più tempo sul sito rispetto agli uomini: impiegano circa un minuto e mezzo in più nella consultazione dei profili

Ma questa crescita si riscontra anche dal lato delle sex workers: circa il 2,6% delle presentazioni di escort e degli annunci indicizzati dal 2014 ad oggi cita esplicitamente “disponibile per incontri con donne”.

Leggi tutto “In espansione: donne etero che cercano escort”

Lo street marketing di Escort Advisor: “posti di blocco” per sottolineare l’ipocrisia sulla prostituzione

Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa, continua la sua battaglia contro l’ipocrisia legata alla prostituzione con una nuova campagna shock.

Il 22 e 23 ottobre, in contemporanea a Napoli e Torino sono apparsi “posti di blocco” nelle zone delle due città con la maggior presenza di escort. Ragazzi e ragazze in divisa hanno distribuito statistiche e preservativi per avvisare la popolazione di questo fenomeno che si sviluppa nei centri cittadini.

“Attenzione zona ad alta densità di escort”, questo è stato il claim della campagna abbinato a banchetti e roll up, a simulare posti di blocco, in realtà punti informativi sulla situazione della prostituzione in città.

Leggi tutto “Lo street marketing di Escort Advisor: “posti di blocco” per sottolineare l’ipocrisia sulla prostituzione”