I prezzi delle escort e il portafogli degli italiani

I prezzi delle escort sono proporzionati al benessere economico degli italiani? Per capire la relazione che intercorre tra costo delle prestazioni delle sex workers e ricchezza, abbiamo messo a confronto le tariffe medie delle escort in Italia e il reddito pro capite dei contributi, suddiviso per province.

Il costo medio di una escort in Italia

EA Insights, l’osservatorio sulla prostituzione online di Escort Advisor, ha calcolato il prezzo medio delle escort degli ultimi tre anni. Questo è possibile grazie alle recensioni degli utenti che indicano le fasce di prezzo reali delle professioniste che frequentano.

Quello delle sex workers è un servizio professionale che ha delle “parcelle” come i tanti liberi professionisti che lavorano in Italia. Pertanto, le cifre variano da provincia a provincia e si passa così dai 100 euro di Milano e Roma ai 53 euro di Potenza e Rieti.

Dopo Milano e Roma, nella top 10 delle province con il prezzo medio più alto ci sono Palermo, Treviso, Varese con 98 euro; Bologna, Brescia con 97 euro; Sassari e Verona con 96 euro e Agrigento con 95 euro.

Le cifre più basse, dopo Potenza e Rieti (le uniche città sotto i 60 euro), le troviamo a Ferrara e Fermo; poi Chieti e Trapani con 61, la sola Ragusa con 63 euro, Gorizia con 65, Livorno e Vercelli con 66 euro.

La ripresa c’è, ma è lenta

Per comprendere il fenomeno del mercato delle escort, c’è da capire se e come ha subito la contrazione economica generale dovuto alla pandemia.

Nella mappa di sinistra è rappresentata la variazione in percentuale tra i prezzi medi per provincia tra il 2019 e il 2020; la mappa di destra, invece, la variazione tra gli anni 2020 e 2021. L’intensità di rosso differente racconta tanto.

Se la ripresa fosse stata decisiva come il calo 19-20, la mappa di destra sarebbe molto più verde.

Infatti, tra il 2019 e il 2020 si sono raggiunte punte del calo medio dei prezzi pari al 50% nella provincia di Lodi, Varese e Rieti. Tre zone che poi nella variazione annua successiva, 2020-2021, hanno mostrato: Lodi +17%, quindi il trend è migliorato; a Rieti, invece, tutto è rimasto invariato, mentre a Varese il prezzo è sceso ancora del 5%.

Tre province che rappresentano un andamento generale del prezzo delle escort in Italia: tra tutte le province, neanche il 50% di queste ha mostrato segnali di miglioramento, visto che 48 hanno il segno più, 34 non hanno alcuna variazione, e 25 hanno il segno meno davanti.

L’aumento più alto dei prezzi medi si è registrato a Lecco con +23%, seguita da Lodi con +17%, Savona ed Enna con +13%, Sassari +10%, Biella e Rovigo +9%.

Il reddito degli italiani

Il dato che meglio rappresenta il potere d’acquisto e il benessere economico dei potenziali clienti delle escort è la dichiarazione dei redditi. L’ultima messa a disposizione dal Ministero dell’Economia e Finanza è stata pubblicata a marzo 2021 e fa riferimento alla dichiarazione 2020.

La mappa qui in alto mostra il reddito pro capite medio per provincia. Nelle tabelle laterali sono elencate le 10 province più ricche e le 10 province più povere. Il dato economico più drammatico è la divisione in due dell’Italia: tra le province più ricche 9 su 10 sono nel Nord; mentre le più povere sono tutte nel Mezzogiorno, suddiviso equamente tra sud e isole, 5 e 5.

Prezzi escort e ricchezza degli italiani: il confronto

Questo è il grafico definitivo che risponde alla nostra domanda iniziale: I prezzi delle escort sono proporzionati al benessere economico degli italiani?

Nel grafico, più una regione si posiziona in alto a destra, più ha una situazione ottimale di costo escort-reddito medio; più si trova in basso o a sinistra e più sarà squilibrato il rapporto tra costo escort e reddito medio.

Per una facilità di confronto le province sono state raggruppate cromaticamente: Nord Ovest, Nord Est, Centro, Isole, Sud.

Milano è la città perfetta con il costo medio delle escort di 100 euro e un reddito medio pro capite di 28.754,70 euro. Le altre province che hanno un buon rapporto sono costo escort-reddito medio sono Roma, Varese (nonostante il calo del prezzo delle escort continui anche nel 2021), Como, Brescia.

La provincia ad avere il rapporto peggiore è Agrigento, già presente in due classifiche mostrate sopra. Agrigento occupa il 10° posto delle province in cui le escort costano di più, 95 euro e solo 5 euro in meno di Milano; si posiziona anche al terzo posto delle province più povere 14.699 euro di reddito medio pro capite.